mar 012009
 

Rassegna stampa: Retescuole 01/03/2009

Bologna
NUOVE ISCRIZIONI ALLA PRIMARIA: BOCCIATO IL TEMPO VUOTO DELLA GELMINI

di Mirco Pieralisi

Secondo un campione statistico sulle nuove iscrizioni alla prima classe della scuola primaria, diffuso dal ministero, la quasi totalità delle domande di iscrizione si orienterebbero sulle richieste di 30 e 40 ore.
E’ evidente che se queste proiezioni statistiche(?) fossero indicative di una campione effettivamente rappresentativo (teniamo conto della migliore efficienza della burocrazia in certe aree del paese rispetto ad altre), se questi numeri esprimessero una tendenza reale, IL DATO SAREBBE DI PER SÈ STRAORDINARIO (e ancora diamo a questi dati il beneficio di inventario).
Il dato significativo non è tanto il miserrimo 3% del modello 24 ore (i cambiamenti, anche i peggiori per fortuna, trovano tra la gente resistenza…) ma la straordinaria crescita della domanda di tempo pieno (34%) e delle stesse 30 ore (56%) rispetto alle di gran lunga più diffuse a livello nazionale fino ad oggi 27 ore (solo il 7% delle domande!). Da questi primi dati emerge ancora di più che non possiamo risparmiarci una briciola di energia per difendere la domanda di scuola di qualità.
Questi dati devono diventare dati ancora più pesanti contando e facendo contare tutte le domande di riconferma degli attuali modelli didattici e organizzativi vigenti e tutti i modelli di iscrizione integrativi di quelli ufficiali che sono arrivati nelle questi giorni nelle segreterie. Ovunque, in ogni angolo del paese, bisogna che ogni genitore e ogni insegnante che crede nella scuola del tempo pieno, della pluralità docente, nelle compresenze, nella scuola inclusiva e di qualità, faccia sentire la sua voce affinchè vengano assegnati gli organici adeguati alla inequivocabile domanda di quantità di qualità. Nonostante le imbarazzate dichiarazioni della Gelmini è evidente che queste iscrizioni sono la bocciatura senza appello del maestro unico prevalente.
Per noi questo dato provvisorio deve essere un ulteriore stimolo per non smettere di lottare.
Anche per valorizzare questa domanda nel migliore dei modi dentro e fuori le scuole, l’assemblea genitori insegnanti di Bologna e Provincia si troverà alla scuola Guido Reni, in Vicolo Bolognetti 10, alle 17 di venerdì 6 marzo.

http://www.retescuole.net/contenuto?id=20090301203021

  Una risposta a “BOCCIATO IL TEMPO VUOTO DELLA GELMINI”

  1. Direi che possiamo continuare la nostra strada. Sarà spesso difficile sostenere le nostre ragioni ma danno i loro frutti, e anche con le molte difficoltà da parte dei media che a volte hanno travisato le notre parole e azioni, le persone ci hanno “sentito” e hanno dato il loro parere pensando al bene dei loro figli, alla loro felicità.
    I genitori stanno con i maestri come vogliono che i loro bambini stiano con i maestri, il più “tempo lungo e pieno” possibile! Ciao ciao da Elena mamma di Caterina da Longhena.

 Lascia un commento

(richiesto)

(richiesto)

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>