feb 122009
 

Rassegna stampa: Corriere 12/02/2009

volevano protestare contro la reintroduzione dei voti in decimi

Bologna, annullate pagelle del 10 politico

Il direttore dell’Ufficio scolastico blocca le maestre della ‘Longhena’. Gelmini: «Politica nella scuola, vizio del ’68»

La scuola elementare 'Longhena' a Bologna
La scuola elementare ‘Longhena’ a Bologna

BOLOGNA – Agli studenti di sicuro non sarebbe dispiaciuto avere 10 (anche se “politico”) in tutte le materie. Li ha fatti tornare bruscamente alla realtà il direttore dell’Ufficio scolastico provinciale di Bologna, Vincenzo Aiello, annullando la delibera del collegio dei docenti della scuola elementare ‘M. Longhena’ per la parte relativa alla valutazione. Nei giorni scorsi i docenti dell’istituto avevano deciso di mettere 10 in pagella a tutti i bambini per protestare contro la reintroduzione dei voti in decimi decisa dal ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini.

GELMINI: «FANNO POLITICA A SCUOLA» - In ogni caso un risultato c’è stato: la plateale protesta, su cui si esprimerà presto un ispettore dell’ufficio scolastico regionale, ha animato il dibattito politico. Fra i commenti più duri, proprio quello della Gelmini: «È l’ennesimo caso di chi fa politica a scuola, un vizio che abbiamo ereditato dal ’68. In classe non si fa politica» ha sentenziato, augurando «provvedimenti e sanzioni contro i responsabili». Il sindaco Sergio Cofferati, pur «personalmente contrario al provvedimento del ministro Gelmini come e più delle maestre delle Longhena», l’iniziativa è stata «profondamente sbagliata, addirittura controproducente». No deciso anche da Pier Ferdinando Casini, leader dell’Udc: «I maestri che strumentalizzano i bambini per fini politici sono cattivi maestri e la scuola italiana non ne ha proprio bisogno». A difesa delle maestre si è schierato Paolo Ferrero, segretario nazionale del Prc, che ha definito «vergognose e minacciose» le parole della Gelmini contro le autrici di «una protesta civile e democratica alla sua controriforma». Sabato pomeriggio genitori e insegnanti andranno in piazza a Bologna: un’occasione (San Valentino) per «portare una dichiarazione d’amore per la scuola pubblica e difenderla dall’aggressione di chi vuole distruggerla».

http://www.corriere.it/cronache/09_febbraio_12/bologna_annullate_pagelle_dieci_politico_7c2c23d2-f938-11dd-bd31-00144f02aabc.shtml

 Lascia un commento

(richiesto)

(richiesto)

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>