set 072010
 

La nostra scuola, unica primaria dell’Istituto,  lo scorso anno è riuscita a resistere agli stravolgimenti derivati dalla riforma Gelmini-Tremonti. Le maestre e i maestri hanno salvaguardato le compresenze, l’inglese, i progetti e tutto quanto fa di una scuola statale pubblica una scuola di qualità. Certo alcuni cambiamenti ci sono stati, ma minimi rispetto allo sfascio generale grazie anche alla generosa mobilitazione di genitori e insegnanti che nella nostra scuola non è mai mancata.

Quest’anno, però, la scure ha colpito anche Longhena. In organico di diritto alla scuola sono assegnati 30 insegnanti complessivamente, ovvero 2 insegnanti per classe, così come stabilito dalla legge sul tempo pieno. In organico di fatto gli insegnanti sono 29. Manca un insegnante.

Come sarà possibile continuare a chiamare Longhena scuola a tempo pieno? pieno di qualità, di attenzione, di sensibilizzazione, e tutto quanto noi genitori conosciamo bene. Per questo abbiamo scelto Longhena.

Nei prossimi giorni seguiremo gli svilippi delle conseguenza di questo furto che toglie qualità alla scuola dei nostri figli. E’ un sopruso, al quale non assisteremo in silenzio. E’ un danno inaccettabile e illegale è il furto. Si apre la strada per un ricorso al TAR.

Nei prossimi giorni sarà convocata un’assemblea dei genitori, alla quale saranno invitati gli insegnanti, per meglio comprendere le nostre possibilità  di azioni.

Restiamo in ascolto.

 Lascia un commento

(richiesto)

(richiesto)

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>