feb 282009
 

Qualcuno mette i voti…

perché così almeno si capisce com’è andata.

Qualcuno mette i voti…

anche se così non si capisce com’è andata.

Qualcuno mette i voti…

perché sta seduto nelle ultime file del collegio docenti

e di qui non si sente che cosa dicono là davanti.

Qualcuno mette i voti…

perché sta seduto nelle prime file del collegio docenti

e tanto dietro non ascoltano che cosa si dice qua davanti.

Qualcuno mette i voti…

perché dopo dieci anni di precariato ha perso la speranza.

Qualcuno mette i voti…

perché ha perso la speranza dopo trent’anni di ruolo.

Qualcuno mette i voti…

perché intanto è tutto inutile.

Qualcuno mette i voti…

perché è finalmente una cosa utile.

Qualcuno mette i voti…

perché la scuola è una cosa seria

ed è importante valutare con chiarezza.

Qualcuno mette i voti…

perché la scuola non è più una cosa seria

e tanto non gli importa quello che gli scrivi.

Qualcuno mette i voti…

perché la scuola non è mai stata una cosa seria

e bisogna smettere di perderci troppo tempo.

Qualcuno mette i voti…

perché la scuola deve tornare a essere una cosa seria.

Qualcuno mette i voti…

perché così imparano a non studiare.

Qualcuno mette i voti…

perché tanto non studiano lo stesso.

Qualcuno mette i voti…

perché ha fatto il sessantotto e non gli hanno mai dato retta.

Qualcuno mette i voti…

perché è ora di finirla con quelli che hanno fatto il sessantotto.

Qualcuno mette i voti…

perché lo fanno anche tutti quelli nati nel sessantotto.

Qualcuno mette i voti…

perché non ha mai fatto una sola ora di aggiornamento

nella vita, tanto non ne valeva la pena.

Qualcuno mette i voti…

perché ha fatto troppe ore di aggiornamento

nella vita e non sa se ne è valsa la pena.

Qualcuno mette i voti…

perché è di destra e finalmente è arrivato

qualcuno a mettere un po’ di ordine e di disciplina.

Qualcuno mette i voti…

perché è molto di sinistra ed è ora di finirla

con il didattichese e il pedagogismo riformisti.

Qualcuno mette i voti…

perché è un vero democratico e ogni tanto

bisogna pur dar ragione alla destra.

Qualcuno mette i voti…

perché è di centro e tutte quelle

continue innovazioni hanno fatto male alla scuola.

Qualcuno mette i voti…

perché si fa più in fretta e con i figli, la casa,

la madre ammalata non si può mica star lì a scrivere

cose che non importano a nessuno.

Qualcuno mette i voti…

perché ha un doppio lavoro e bisogna pur mangiare.

Qualcuno mette i voti…

perché la didattica sono tutte balle e finalmente

la smetteranno di rompergli i coglioni.

Qualcuno mette i voti…

perché quello che conta sono i contenuti

e tutto il resto è solo burocrazia inutile.

Qualcuno mette i voti…

perché legge Pirani su Repubblica

Galli della Loggia sul Corriere

Ricolfi sulla Stampa

e trova che sia sempre lo stesso articolo

e che chi scrive ha proprio ragione.

Qualcuno mette i voti…

perché ha letto tutti i libri della Mastrocola

e ne ha parlato anche col suo cane.

Qualcuno mette i voti…

perché ha letto tutti i libri di Starnone

e continua a parlarne con se stesso.

Qualcuno mette i voti…

perché è da tanti anni che non legge un libro.

Qualcuno mette i voti…

perchè ha letto troppi libri.

Qualcuno mette i voti…

perché deve finire l’ultimo libro che sta leggendo.

Qualcuno mette i voti…

perché non ha capito che questa svolta

distruggerà definitivamente la scuola progressista.

Qualcuno mette i voti…

perché ha capito che questa svolta

distruggerà finalmente la scuola progressista.

Qualcuno mette i voti…

perché sta alle superiori e l’ha sempre fatto.

Qualcuno mette i voti…

perché sta alle medie e finalmente può farlo di nuovo.

Qualcuno mette i voti…

perché sta alle elementari e non è mica diverso dagli altri.

Qualcuno mette i voti…

perché lo dice la legge.

Qualcuno mette i voti…

perché anche se la legge non lo dice

si sa che è quello che intendeva il ministro.

Qualcuno mette i voti…

perché anche se la legge non lo dice

lo fa capire il regolamento del ministero.

Qualcuno mette i voti…

perché si è sempre fatto così.

Qualcuno mette i voti…

perché era ora di far di nuovo così.

Ma altri, non importa se pochi o tanti,

continueranno a non mettere i voti

perché nel loro cuore e nella loro mente

sanno che è meglio non farlo. Molto meglio.

Melbam, il 2 gennaio 2009

(pensando a Eluard, Gaber e Jannacci, si parva licet…)

Ascolta la versione audio:

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

da www.memorbalia.it

 Lascia un commento

(richiesto)

(richiesto)

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>